Corruzione e accesso civico

Corruzione

In questa sezione vengono pubblicate le relazioni annuali del Responsabile della prevenzione della corruzione.

Relazione annuale 2016 – (.pdf)

Relazione 2016 – (.xls)

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2017 – 2019 – (.pdf)

Accesso civico

Accesso civico “semplice”
Ai fini dell’attuazione delle disposizioni sull’accesso civico di cui all’art. 5 del d.lgs. n. 33/2013, le amministrazioni sono tenute ad adottare autonomamente le misure organizzative necessarie al fine di assicurare l’efficacia di tale istituto e a pubblicare, nella sezione “Amministrazione trasparente”, gli indirizzi di posta elettronica cui inoltrare le richieste di accesso civico e di attivazione del potere sostitutivo, corredate dalle informazioni relative alle modalità di esercizio di tale diritto.
La richiesta di accesso civico è gratuita, non deve essere motivata e sostenuta da un interesse qualificato e deve essere soddisfatta entro 30 giorni con la pubblicazione del documento, dell’informazione o del dato richiesto sul sito internet e la comunicazione del relativo collegamento ipertestuale al richiedente.
L’Associazione ha attribuito le funzioni relative all’accesso civico al dr. Mario Bonada.
Ai fini dell’attuazione delle disposizioni sull’accesso civico di cui all’art. 5 del d.lgs. n. 33/2013, gli interessati devono pertanto rivolgersi a dr. Mario Bonada, tramite l’indirizzo sistemamusica@comune.torino.it .
In caso di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo (art. 2 L. n. 241/1990), attraverso l’indirizzo email: paola.aliberti@comune.torino.it – Accesso Civico Sistema Musica e il riscontro deve essere dato entro i successivi 15 giorni.
Il titolare del potere sostitutivo in materia di richiesta di accesso civico è Paola Aliberti, funzionario della Città di Torino.

Accesso civico “generalizzato” (FOIA)
Con il D. Lgs. 97/2016 è stato adottato il Freedom of Information Act (legge sulla libertà d’informazione), che ridefinisce la trasparenza come strumento di tutela dei diritti dei cittadini e di promozione della partecipazione degli interessati all’attività amministrativa.
La nuova norma riconosce a ogni cittadino il diritto di accedere a tutti i dati, documenti e informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni, senza necessità di essere titolare di situazioni giuridicamente rilevanti.
Non sono ammissibili istanze meramente esplorative volte a richiedere all’Ente di quali informazioni disponga. Le domande non devono essere generiche, ma devono consentire l’individuazione del dato, del documento o dell’informazione per cui si chiede l’accesso.
L’ente non ha in alcun modo l’obbligo di rielaborare i dati di cui dispone o altrimenti procurarsi informazioni che non siano già in suo possesso ma solo di consentire l’accesso ai documenti nei quali sono contenute le informazioni detenute e gestite dall’amministrazione stessa.
La richiesta di accesso è gratuita, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato per la riproduzione di dati o documenti su supporti materiali.
Le modalità di presentazione sono:
a mezzo posta o fax presso, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, o direttamente presso tali uffici;
per via telematica secondo le modalità previste dal C.A.D. (D. Lgs. 82/2005 e ss.mm.ii.). Nello specifico:
sottoscritte mediante firma digitale o firma elettronica qualificata;
trasmesse mediante la propria casella di posta elettronica certificata;
sottoscritte e trasmesse via posta elettronica ordinaria unitamente a copia non autenticata del documento d’identità.
L’Amministrazione è tenuta a dare riscontro alla richiesta con un provvedimento espresso entro il termine di 30 giorni, termine sospeso fino al pronunciamento degli eventuali controinteressati, che hanno tempo 10 giorni dal ricevimento della comunicazione da parte degli uffici per esprimersi.
Ai fini dell’attuazione delle disposizioni sull’accesso civico FOIA, gli interessati devono pertanto rivolgersi a dr. Mario Bonada, tramite l’indirizzo sistemamusica@comune.torino.it .
In caso di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo (art. 2 L. n. 241/1990), attraverso l’indirizzo email: paola.aliberti@comune.torino.it – Accesso Civico Sistema Musica e il riscontro deve essere dato entro i successivi 15 giorni.
Il titolare del potere sostitutivo in materia di richiesta di accesso civico è Paola Aliberti, funzionario della Città di Torino.