Organi di indirizzo politico-amministrativo

Articolo 9
Organi

Gli organi dell’associazione sono:

  • l’Assemblea dei soci
  • il Presidente
  • il Consiglio di Amministrazione
  • il Revisore dei conti

Articolo 10
Assemblea dei soci

10.1     L’Assemblea è l’organo collegiale al quale è riservata la deliberazione degli atti essenziali alla vita dell’associazione e di essa fanno parte i soci fondatori e i soci ordinari.

L’Assemblea delibera:

  • l’ammissione dei soci;
  • la nomina del Consiglio di amministrazione, del Revisore dei Conti e la determinazione del compenso al Revisore;
  • le eventuali modifiche statutarie;
  • l’approvazione dei bilanci preventivo e consuntivo;
  • il programma artistico e finanziario annuale;

ed ha ogni competenza ad essa riservata dalla legge.

10.2     L’assemblea deve essere convocata dal Presidente almeno due volte l’anno per l’approvazione dei bilanci preventivo e consuntivo, del programma artistico e finanziario annuale. L’assemblea può essere inoltre convocata su richiesta motivata di uno dei soci fondatori ovvero di almeno due soci ordinari. L’assemblea è convocata mediante l’invio a ciascun socio, fondatore ed ordinario, per lettera raccomandata dell’avviso di convocazione contenente giorno, ora e luogo di convocazione e gli argomenti da trattare. L’avviso di convocazione dovrà pervenire agli associati almeno tre giorni prima la data fissata, salvo il caso di comprovata urgenza.
L’assemblea è validamente costituita quando è presente più della metà dei soci e almeno due soci fondatori di cui uno sia la Città di Torino.

10.3     L’assemblea delibera, salvo diversa indicazione, con voto favorevole della metà più uno dei presenti. L’assemblea delibera, con il voto favorevole di due terzi dei soci nei casi seguenti:

  • per approvare ogni modifica dello Statuto;
  • per escludere i soci (salvo che si tratti di soci sostenitori per i quali è sufficiente la maggioranza semplice di cui al comma precedente).

Articolo 11
Presidente

Il Presidente dell’Associazione è l’Assessore pro tempore per la Cultura già Assessore alle Risorse Culturali e la Comunicazione della Città di Torino.
Il Presidente rappresenta l’Associazione a tutti gli effetti, convoca e presiede le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio di Amministrazione, cura l’esecuzione delle deliberazioni assembleari ed ha la firma e la rappresentanza legale nei confronti dei terzi ed in giudizio.

Articolo 12
Consiglio di amministrazione

12.1     Il Consiglio di Amministrazione è composto dall’Assessore pro tempore alla Cultura già Assessore alle Risorse Culturale e la Comunicazione della Città di Torino che lo presiede e da altri quattro membri, tra cui il Vice Presidente, designati dai soci fondatori e nominati dall’Assemblea dei Soci tra persone in possesso di comprovata qualificazione in campo culturale e musicale e/o di esperienza manageriale e amministrativa.

12.2     Il Consiglio di Amministrazione:
a) approva il progetto di bilancio preventivo e consuntivo da sottoporre all’Assemblea dei soci;
b) approva il programma artistico e finanziario delle attività da sottoporre all’Assemblea dei soci;
c) esercita tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione occorrente per il conseguimento dei fini dell’Associazione.
d) delibera su ogni altra questione rimessa dalla legge o dall’Assemblea dei Soci alla sua competenza.

12.3    Il Consiglio di Amministrazione rimane in carica tre anni e deve essere rinnovato nei termini previsti dalla legge.
Nel caso in cui, nel corso di un esercizio, venga meno la maggioranza dei Consiglieri, il Consiglio di Amministrazione decadrà dalle sue funzioni.
Entro trenta giorni verrà convocata l’Assemblea dei Soci per provvedere alle nuove nomine.
In tutti gli altri casi l’Assemblea dei Soci sarà convocata immediatamente per provvedere alla sostituzione dei Consiglieri mancanti.
Nel caso in cui i Consiglieri venuti meno fossero più di due, i Consiglieri rimasti (ed in mancanza di loro il Revisore dei Conti) dovranno convocare immediatamente l’Assemblea perché provveda alla sostituzione dei Consiglieri mancanti.

12.4     I Consiglieri possono essere revocati dall’Assemblea, a maggioranza degli aventi diritto, solo per giusta causa e dopo essere stati sentiti.
Il Consigliere che per tre sedute consecutive risulti assente ingiustificato decade dalla carica. La declaratoria della decadenza deve avvenire da parte dell’Assemblea dei Soci.

12.5     Il Presidente convoca e presiede il Consiglio di Amministrazione.
In caso di assenza del Presidente del Consiglio di Amministrazione viene presieduto dal Vice Presidente. Il Consiglio deve essere convocato con lettera raccomandata, contenente l’ordine del giorno, spedita a ciascun membro almeno otto giorni prima dalla riunione. In caso di urgenza la convocazione può essere fatta per telegramma o per telefono almeno ventiquattro ore prima della seduta.
Il Consiglio di Amministrazione si riunisce almeno ogni tre mesi, nonché tutte le volte che il Presidente o il Vice Presidente lo ritengano necessario o ne sia fatta richiesta da almeno due dei membri del Consiglio.

12.6     Per la validità delle riunioni è necessaria la presenza della maggioranza dei Consiglieri in carica, tra cui il Presidente o il Vice Presidente.
Tutte le deliberazioni sono adottate a maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

12.7     Le deliberazioni del Consiglio di Amministrazione sono trascritte sui verbali redatti a cura di un segretario nominato dal Consiglio medesimo al di fuori dei propri membri. I verbali devono essere sottoscritti dal Presidente e dal segretario e comunicati per estratto ai componenti del Consiglio di Amministrazione tramite posta.

12.8     Il Consiglio di Amministrazione può assistere alle riunioni dell’Assemblea dei Soci.

Il Consiglio d’Amministrazione, nominato nell’Assemblea del 17 dicembre 2014 (.pdf), è in carica dal dicembre 2014 fino al dicembre 2017. Nell’Assemblea del 22 luglio 2015 (.pdf) sono stati sostituiti due consiglieri e nell’Assemblea del 17 dicembre 2015 (.pdf) è stato approvato l’avvicendamento annuale di uno dei consiglieri per l’anno 2016. Nell’assemblea del 22 dicembre 2016 (.pdf) è stato approvato l’avvicendamento dei consiglieri per l’anno 2017.

Presidente: Francesca Leon

Consiglieri:

Revisore dei conti: Mario Bonada (.pdf) (compenso per l’incarico € 2.500)

Amministratori cessati

Ex presidente Maurizio Braccialarghe

Ex consigliere Michele Mo

Ai sensi dell’articolo 10 dello Statuto dell’Associazione “Nessun compenso è dovuto ai componenti di ciascun organo per gli incarichi previsti nel presente Statuto, ad eccezione del Revisore dei Conti. Per tutti è comunque previsto, dietro presentazione di idonea documentazione, il rimborso delle spese sostenute per lo svolgimento di attività per conto dell’Associazione.” Negli anni 2013, 2014, 2015 e 2016 i membri del Consiglio d’Amministrazione non hanno svolto missioni o trasferte per conto dell’Associazione e non hanno usufruito del rimborso spese.

Normativa vigente: Art. 15, cc. 1, 2, Decreto Legislativo 14/03/2013, n.33
Normativa vigente: art. 13, c. 1, lett. a) e art. 14, Decreto Legislativo 33/2013