Il ricchissimo autunno De Sono con progetti educativi, presentazioni e concerti

Ricominciano le attività della De Sono dopo la pausa estiva, a partire dai concerti in collaborazione con MITO Settembre Musica 2019, che rinnovano la sinergia dell’Associazione con il celebre festival, quest’anno dedicato al tema delle Geografie.

Il 12 settembre al Teatro Edi di Milano e il 13 settembre presso la Chiesa dei Beati Parroci di Torino un ensemble di borsisti ed ex-borsisti è impegnato nell’esecuzione del concerto Mediterraneo, con musiche di Luigi Boccherini, Hugo Wolf e Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Continua con un’importante novità l’attività formativa relativa agli incontri di perfezionamento condotti da Alessandro Moccia, Stefano Guarino e Simone Briatore: gli studenti migliori, tra i partecipanti dei vari corsi, sono selezionati per suonare in occasione di due concerti, uno dei quali, previsto per il 30 ottobre, rientra nella rassegna Assaggi Musicali in collaborazione con Lingotto Musica, mentre il secondo si svolge il 30 novembre al Sermig, che è anche la sede delle lezioni, in virtù di una collaborazione con il Laboratorio del suono dell’Arsenale della Pace.

Riprendono anche i progetti educational, con la terza edizione di Saper ascoltare il melodramma, un ciclo di lezioni sull’analisi e la comprensione dell’opera lirica condotte dal docente universitario Paolo Gallarati presso il Liceo Classico «V. Alfieri».

Mercoledì 2 ottobre alle ore 18, invece, l’appuntamento è al Circolo dei Lettori per la presentazione al pubblico del trentasettesimo volume della collana Tesi: Verdi e il Théâtre Italien di Parigi (1845-1856) di Ruben Vernazza, dottore di ricerca delle Università di Milano e di Tours che ha completato una dissertazione sui rapporti tra Giuseppe Verdi e il Théâtre Italien di Parigi. Il lavoro di Vernazza, selezionato dal comitato scientifico della De Sono e pubblicato in collaborazione con il partner editoriale LIM (Libreria Musicale Italiana) sarà presentato dall’autore assieme a Giorgio Pestelli e Andrea Malvano.

La De Sono prepara infine la ripresa dell’attività concertistica, costituita da sei appuntamenti a ingresso gratuito ripartiti tra le sedi del Conservatorio «Giuseppe Verdi» e il Teatro Vittoria di Torino. Si inaugura lunedì 21 ottobre al Conservatorio con un concerto dedicato al tema delle fiabe; in programma l’Ouverture e Scherzo da Sogno d’una notte di mezza estate di Mendelssohn, Märchenerzählungen (Fiabe) di Schumann, Le carnaval des animaux di Saint-Saëns e Rikadla (Racconti) di Janáček. Interpreti un gruppo da camera formato da borsisti della De Sono e i Solisti dell’Erato Choir diretti da Dario Ribechi, ensemble che nasce a Torino nel 2017 con l’idea di promuovere in particolar modo il repertorio contemporaneo.

Su prenotazione, invece, il concerto previsto il 16 ottobre all’ALTEC (Aerospace Logistics Technology Engineering Company) con la Camerata Variabile Bern, realizzato in collaborazione con la Fondazione «Renzo Giubergia», istituzione che si propone di aiutare giovani musicisti di talento valorizzando luoghi di particolare interesse culturale del territorio torinese: una collaborazione avviata già da diversi anni.

Per info: desono.itdesono@desono.it